Ecosia: l’alternativa ecologica a Google


Web e Social / martedì, gennaio 2nd, 2018

Qualche giorno fa, smanettando con il telefono mi sono imbattuta in un’applicazione che da subito ha catturato la mia attenzione per la descrizione e per l’icona dal design semplice ma accattivante.

Il suo nome è Ecosia.

Sebbene sia in circolazione già da quasi 10 anni, questa App risulta per lo più sconosciuta al 90% delle persone.
Andiamo per ordine e vediamo a cosa serve.

Ecosia nasce nel lontano 2009 ad opera di Christian Kroll. Il suo obbiettivo è quello di  “coltivare concretamente un mondo più sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico”.

Ma cos’è in sostanza? Beh si tratta di un motore di ricerca, esattamente come Google. La differenza? L’80% delle entrate di Ecosia viene devoluto per favorire la riforestazione in paesi come Brasile e Burkina Faso.

COME OTTIENE ENTRATE?

Questo innovativo motore di ricerca funziona esattamente come il più classico Google, che ottiene entrate tramite pubblicità, sponsorizzazioni e link affiliati.

DOVE FINISCONO LE ENTRATE?

L’80% del ricavato di Ecosia viene utilizzato per finanziare progetti utili per l’ambiente. Attualmente i fondi sono destinati a WeForest con il programma Great Green Wall in Burkina Faso.
Nelle zone aride dell’Africa, inclusa l’Africa subsahariana, la crescente pressione sulle risorse fragili ha portato al degrado del territorio e ad un aumento della povertà che, in un circolo vizioso, provoca un ulteriore degrado ambientale. I risultati di questa desertificazione sono devastanti per le comunità locali, prime vittime dei cambiamenti climatici in quanto dipendono quasi completamente dalle risorse naturali. Per affrontare questa complessa sfida, nel 2007 è stato lanciato il progetto Great Green Wall che mira a ripristinare paesaggi e migliorare i mezzi di sussistenza contribuendo al tempo stesso alla diminuzione e all’adattamento ai cambiamenti climatici.

IL LATO PRATICO

Oltre ad avere scopi benefici, Ecosia risulta essere un ottimo motore di ricerca anche dal lato tecnico, è fluido, veloce, semplice ed intuitivo. Insomma un’ottima alternativa a Google, che aiuta l’ambiente e le popolazioni meno fortunate.

Potete utilizzarlo:

  • Da pc cliccando qui. Scaricando l’estensione di Google Chrome potrete impostarlo come motore di ricerca predefinito.
  • Su mobile, scaricando le App Ecosia da AppStore e Playstore 

 

24 Replies to “Ecosia: l’alternativa ecologica a Google”

  1. ammetto di non aver mai sentito nominare questa app. la tua descrizione è molto interessante. la scaricherà soprattutto per il suo lato etico

  2. Ciao Ilaria!
    Ecosia è un ottimo progetto e l’ho usato per un po’, l’unico problema è che i risultati non sono completi e tante volte sono dovuta tornare su Google per trovare quello che cercavo. Un vero peccato, lo userei sempre altrimenti!

    1. Ciao!! Io finora mi sono trovata bene, quanto tempo fa lo hai usato? potrebbero aver effettuato qualche aggiornamento per migliorarlo 🙂 Grazie comunque per la segnalazione!! ^^

  3. Un app davvero molto interessante, sai che non la conoscevo? Credo la imposterò anche io come motore di ricerca, grazie delle info ^_^

  4. lottano per un sogno che non pensavo neanche potesse essere possibile (sono davvero preoccupata per quello che sta accadendo al nostro pianeta). Tutto il mio sostegno.

    1. Esatto. Io credo che la differenza la faccia il nostro quotidiano, scegliere di andare a piedi quando si deve andare da qualche parte, riciclare il più possibile e partecipare ad iniziative come questa. ❤️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.